Latest Posts

Estate alle terme o in spa: da Ischia a Cortina, le idee più sfiziose

In mezzo alla natura, nel silenzio dei boschi. In cima alle montagne, tra sorgenti di acque ghiacciate. O vista mare, davanti a panorami mozzafiato. È tempo di vacanze: niente di meglio che staccare la spina per un weekend, una settimana, ma anche solo qualche ora, di meritato relax. Dove? Tra spa e terme, silenziose, energizzanti, oasi perfette di quiete e pace con trattamenti di ultima generazione. Un buen retiro esclusivo, per mandare (finalmente) in ferie corpo e mente. Specie se circondato da paesaggi idilliaci. Ecco dove andare per ritrovare l’equilibrio perduto, e tornare rinati.

 

Al mare

Un parco termale con la vista sulle acque cristalline dell’isola verde. Affacciato sul promontorio in cima al Monte Vico, in quella che era l’area dell’acropoli dell’antica Pithecusa, il primo insediamento di colonia greca in Italia, il San Montano Resort & Spa si trova sul punto più alto dell’isola. Immerso nella vegetazione mediterranea, tra bouganville, pini marittimi secolari e ulivi, offre un parco termale dove il benessere passa per la talassoterapia. Sono ben undici le vasche in cui immergersi, tra piscine di acqua calda termale salata e marina, in cui ci si rilassa a suon di idromassaggi e cascate. Il potere dell’acqua è rigenerante, ma è la vista il vero valore aggiunto. Da ogni vasca si ammira un panorama (incredibile) diverso: cartoline perfette sul Golfo.

Il giardino offre un sentiero aromaterapico naturale per passeggiare e rilassarsi, assaporando i profumi e gli odori del posto. Si attraversa anche un agrumeto, con le generose piante di limoni tipiche dell’isola, in cui ci si può concedere il massaggio Lemontano, da vivere en plein air sotto le piante con il panorama davanti. I percorsi wellness proseguono all’Ocean Blue Spa, dove ritemprarsi con i trattamenti olistici, abbinati ai bagni di vapore e la sauna finlandese, ispirati alla generosità dell’isola. Anche qui, la vista è incredibile.

 

In montagna

La piscina con vista panoramica sulle Dolomiti vale da sola il viaggio. Il Cristallo, a Luxury Collection Resort & Spa, di Cortina d’Ampezzo è un hotel storico, che ha creato la fama della località montana. Con legno, pietra e gli aromi di montagna, la Cristallo Ultimate Spa mette in pace i sensi e invita a immergersi nello spirito del luogo. La sauna finlandese depura nel profondo, mentre il bagno turco aiuta a eliminare stress e tossine tra vapori e calore. Dopo il percorso, gli ospiti possono affidarsi alle cure firmate Transvital, per un rituale di benessere ispirato agli elementi della natura di queste montagne.

Per gli sportivi, dopo una giornata pedalando o facendo trekking sui pendii, il trattamento perfetto è il Deep Tissue, un massaggio che rilassa i tessuti e i muscoli: attraverso la digito-pressione distende la muscolatura superficiale e profonda, migliora la circolazione dell’energia vitale, ottimizzando la risposta dell’organismo allo stress. Enrosadira è un’ottima alternativa, un trattamento speciale ispirato alle Tofane: un massaggio eseguito con burro di Karité che idrata e dona nuovo vigore al corpo e alla mente. Su queste cime si affaccia la celebre piscina, sotto la cupola dallo stile Liberty, in cui a ogni bracciata nella vasca riscaldata si ammira una vista unica sulle Dolomiti, con tanto di idromassaggio panoramico.

Grotta Giusti, Monsummano Terme (PT) 

 

In campagna

Scendere tra le profonde cavità di Grotta Giusti, su una collina a Monsummano, in Toscana, è un’esperienza fuori dalla realtà, piena di fascino e di storia. Era il 1849 quando un gruppo di braccianti a lavoro in una cava, scoprì per caso un misterioso pozzo naturale. Entrando si trovarono davanti uno spettacolo fatto di stalagmiti, corridoi che portavano a diversi ambienti sotterranei, persino a un laghetto d’acqua cristallina calda che riempiva ogni angolo di vapore: era acqua termale benefica.

La famiglia del poeta Giuseppe Giusti, proprietaria della terra, realizzò uno stabilimento termale, che divenne subito meta prediletta di villeggiatura benefica. Di lì a breve nacque un albergo, destinato a soggiorni per cure di ogni tipo, dai fanghi alle inalazioni. Furono tanti gli ospiti illustri che si recarono qui nel corso dei secoli, per fare sedute di vapore salutari in grotta. Giuseppe Verdi la definì “l’ottava meraviglia del mondo”.

Oggi la villa di campagna della famiglia del poeta Giusti, circondata dal grande parco secolare disegnato dal paesaggista Pietro Porcinai, con la grotta termale naturale più grande d’Europa, è un resort con medical spa, Grotta Giusti, del gruppo Italian Hospitality Collection, parte di Autograph Collection Hotels. Piscine, idromassaggi e tanta natura sono la ricetta di pronta guarigione. Un’ampia vasca termale invita al relax. Ma è la cavità naturale la punta di diamante: si estende per oltre duecento metri nel sottosuolo, divisa in tre ambienti, Paradiso, Purgatorio e Inferno. In ogni “stanza” si trova una diversa temperatura, in un crescendo di vapori e calore, che dal Paradiso agli Inferi passa dai 28 ai 34 gradi, con il 98 per cento di umidità. All’interno ci si siede e ci si rilassa, in silenzio: benefici? Tanti, dalle vie respiratorie all’apparato muscolo-scheletrico, dalle articolazioni alla circolazione, alla pelle. Si può anche provare l’esperienza del galleggiamento nel lago della grotta, o persino il diving (accompagnati da un esperto) nelle profondità della sorgente.

C’è anche una nuova spa, appena inaugurata: un nuovo percorso Salus per Aquam, dedicato al potere terapeutico delle acque. Il Percorso Termale Bioaquam a 34 gradi inizia con gli idromassaggi nella vasca coperta, che preparano al Bagno di Vapore, detossinante, e la Sauna, dove il calore intenso allevia le tensioni. I vari trattamenti della spa completano l’opera, rituali con prodotti e aromi mediterranei, trattamenti, massaggi, percorsi e programmi della filosofia Equilibrium, per ritrovare l’armonia tra corpo e mente, dalle maschere purificanti a base di fango termale agli antiossidanti con vitamina C. 

 

In città

Per una fuga di qualche ora all’insegna del benessere, anche se in piena città, si trova un piacevole rifugio all’Helvetia & Bristol, uno degli hotel più storici di Firenze, che ha da poco inaugurato La Spa, un’oasi di pace a due passi da Palazzo Strozzi, dal Duomo e da via de’ Tornabuoni. 

Uno spazio riservato, ripropone l’antico concetto dei bagni romani improntati sul modello dell’alternanza caldo/freddo. Il centro si trova infatti proprio dove un tempo sorgevano le Terme Capitoline della Florentia romana: tra le vasche e le stanze saline dell’area wellness si ammirano reperti archeologici delle antiche mura. L’area umida si apre sul Calidarium e prosegue con l’Aquamotus e le docce emozionali, il Sudatorium (la sauna finlandese), il Frigidarium. Stimola la circolazione, con vantaggi per il sistema respiratorio, per la pelle e per le articolazioni il Tepidarium (la Stanza del Sale), che poggia su una pavimentazione in vetro affacciata fondamenta di epoca medievale. La vera sorpresa è il Lacus Quietis, l’area dedicata alle piscine, due vasche ricavate nello spazio che un tempo era occupato dal caveau del Banco di Roma. A rendere l’esperienza più scenografica, è l’opera dell’artista Felice Limosani, che ha creato una serie di proiezioni da vivere immersi nell’acqua: un’esperienza sensoriale per il corpo e per la mente. La spa offre una collezione di rituali per il benessere molto particolari come il Massaggio della Rinascita o il rituale Aquamotus La Grande Bellezza. I prodotti usati sono firmati Cinq Mondes, e ai cinque mondi del marchio, ovvero India, Cina, Giappone, Indonesia e Marocco, sono ispirati i rituali provenienti da questi luoghi remoti.

Se ci spostiamo a Napoli, sul mare, troviamo il Romeo Hotel. Affacciato sul Golfo di Napoli, con la veduta tra il Vesuvio e l’isola di Capri, Romeo Hotel è un rifugio di bien vivre in bilico tra storia e modernità. L’edificio del secolo scorso è stato rivisto in stile contemporaneo dal celebre studio giapponese Kenzo Tange, con una facciata eclettica, ondulata, rivestita di cristallo. A prendersi cura del benessere degli ospiti c’è la spa Dogana del Sale, mille metri quadri dedicati alla cura del sé. Si comincia con l’Aqua Journey, percorso benefico fatto di bagno turco, pioggia tropicale, frigidarium, sauna a infrarossi con pareti di sale rosa dell’Himalaya e idromassaggi dove ritrovare la forma psicofisica. Rilassa, distende profondamente l’Aromatherapy Massage, che con olii profumati e pressioni leggere, distende le tensioni accumulate, rimettendo in sesto lo spirito e la mente.

Latest Posts

Aggiornamenti Popolari

Stay in touch

To be updated with all the latest news, offers and special announcements.