Latest Posts

Netflix, cosa ci insegna la nuova serie sulla meditazione

«Le guide di Headspace» sono un’opportunità di incontrare noi stessi, esattamente al punto in cui siamo e di liberare una sensazione di leggerezza. All’inizio sembra di guardare un cartone della Pixar, che rappresenta visivamente il flusso dei nostri pensieri. Come sempre, il mezzo rende più efficace il messaggio, diverso per ogni episodio, tra cui lasciar andare il passato, coltivare la gratitudine, affrontare lo stress, il dolore e la rabbia. La produzione è di Vox Media Studios, che molti conoscono per  In poche paroleLa mente in poche paroleIl sesso in poche parole, le docuserie in formato pillole che informano in modo chiaro, brillante e molto piacevole.

A dare il giusto ritmo al respiro è la voce di Andy Puddicombe, co-fondatore di Headspace ed ex monaco buddista tibetano. Condividere i frutti di questa missione è l’obiettivo di Headspace, e quello di questa serie: «così non devi andare sull’Himalaya», dice.

La combinazione di 10 minuti di teoria più 10 minuti di pratica con allegre rasserenanti animazioni rendono la meditazione meno scoraggiante, se non altro sedersi e fissare uno schermo è una cosa a noi molto familiare. La cosa bella è che Headspace è prima di tutto un’app da scaricare sullo smartphone e la serie Netflix si arricchirà di nuovi episodi.

Non resta che sperare in una serie interattiva dedicata al fitness o allo yoga per continuare a prendersi cura di sé. Nella gallery cosa ci hanno insegnato **«Le guide di Headspace». **

LEGGI ANCHE

La meditazione della gentilezza per vivere a lungo

LEGGI ANCHE

I mantra da provare quando si è sopraffatti dall’ansia

Latest Posts

Aggiornamenti Popolari

Stay in touch

To be updated with all the latest news, offers and special announcements.